scheda del medico

Attenti al rene

Sta via via prendendo consapevolezza che l'insufficienza renale, anche iniziale, peggiora il rischio cardiovascolare, soprattutto nei pazienti diabetici.

Per valutare un eventuale presenza proteica nelle urine, segno di danno al filtro renale, si può valutare l'albuminuria, ma la sua variabilità durante la giornata e in rapporto all'esercizio fisico e ai pasti, fa preferire la determinazione del rapporto albumina/creatinina (A/C) su urine sterili emesse al risveglio mattutino.

Quando il lavoro fa ammalare

Interventi precoci per la schizofrenia

BPCO: precetti terapeutici

Le cure per la sinusite

Ognun dorma! Come trattare l’insonnia senile

Condividi contenuti