Giorni feriali da medico e festivi da malati

Ludovica Caputo
medicina generale
Milano

Anche se ne avrei fatto volentieri a meno, durante le scorse vacanze di Natale ho potuto sperimentare come funzionano bene la tessera sanitaria italiana nell’Unione europea e il sistema sanitario spagnolo, di cui avevo sentito favoleggiare da alcuni colleghi.
Mentre eravamo in viaggio verso il Marocco attraverso la Spagna, il mio secondogenito di 7 anni, per tutta una mattina, si è lamentato di uno strano mal di pancia; nel pomeriggio, alla palpazione, mi sembrava ci fosse una positività del segno di Blumberg. Il bambino ha poi vomitato ripetutamente: allora gli ho misurato al temperatura rettale che è risultata superiore a quella ascellare di un grado e mezzo! Anziché salire sul traghetto che ci avrebbe portato sulla costa marocchina, ci siamo pertanto recati al pronto soccorso del Compljo Hospitaliero de Torrecardenas di Almeria in Andalusia. Lì ho presentato la tessera sanitaria italiana e il bambino è stato rapidamente visitato prima da una pediatra, poi dal chirurgo infantile, mentre gli veniva controllato l’emocromo (i globuli bianchi sono risultati 22000). Dopo una notte di osservazione in un bel reparto pediatrico con camere a due letti dotate di bagno e poltroncina per la madre, mio figlio è stato operato per appendicite flemmonosa e dopo due giorni è stato dimesso, in ottime condizioni!

Vuoi accedere a tutti i contenuti del sito e inviare commenti?
Se sei un utente registrato esegui ora il login oppure registrati gratuitamente»