Istituzioni

Comunicati stampa - Comunicato stampa n°14/2017 - Nasce R.I.C.A.Ma.Re, Rete Italiana Centri di Ascolto e informazione sulle MAlattie raRE

Istituto Superiore di Sanità - Me, 22/03/2017 - 21:51
ISS 28 febbraio 2017

Rafforzare le collaborazioni fra servizi telefonici istituzionali, ottimizzare il flusso informativo e migliorare il supporto alle persone con malattie rare, alle loro famiglie e ai professionisti coinvolti: sono questi gli obiettivi della Rete Italiana Centri di Ascolto e Informazione sulle Malattie rare (R.I.C.A.Ma.Re) promossa dal Telefono Verde Malattie Rare (TVMR) del Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS. La rete nasce dal bisogno di superare la frammentazione delle informazioni e condividere conoscenze e competenze.
All’iniziativa promossa dal TVMR in ambito nazionale, ad oggi hanno aderito:
il Centro di Coordinamento Regionale per le Malattie Rare - Friuli Venezia Giulia, il Centro Interregionale delle Malattie Rare del Piemonte e della Valle d'Aosta, il Centro di Coordinamento Rete Regionale per le Malattie rare - Lombardia, il Centro Ascolto Malattie Rare - Toscana, il Centro di Coordinamento Regionale Malattie Rare -Campania, il Coordinamento Regionale Malattie Rare - Sardegna, il Coordinamento Regionale Malattie Rare - Puglia e lo Sportello Informativo e di Accoglienza per le Malattie Rare - Sicilia.

La Rete mira ad armonizzare le informazioni fornite dai diversi servizi, migliorare la diffusione delle esperienze, facilitare l’accesso alla rete assistenziale e socio-sanitaria, raccogliere esperienze e buone pratiche, creare percorsi di formazione e aggiornamento degli operatori, in particolare dei servizi informativi locali e dei distretti ASL.
R.I.C.A.Ma.Re è un progetto in linea con le Raccomandazioni della Commissione Europea e del Piano Nazionale Malattie Rare 2013-2016, che sostengono azioni e strategie per migliorare l’assistenza alle persone con malattia rara. In tale contesto, l’informazione rappresenta una cruciale area di intervento a supporto del cittadino.
Categorie: Istituzioni

FDA approves drug to treat Parkinson’s disease

Food and Drug Administration - Ma, 21/03/2017 - 21:20
The U.S. Food and Drug Administration today approved Xadago (safinamide) tablets as an add-on treatment for patients with Parkinson’s disease who are currently taking levodopa/carbidopa and experiencing “off” episodes. An “off” episode is a time when a patient’s medications are not working well, causing an increase in Parkinson’s symptoms, such as tremor and difficulty walking.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS n°11 Rare Disease Day, cinque appuntamenti in cinque città e una campagna di sensibilizzazione promossi da ISS, UNIAMO, Federsanità Anci e Farmindustria per parlare di ricerca

Istituto Superiore di Sanità - Do, 19/03/2017 - 19:49
Ricciardi: malattie rare un paradigma per medicina e sanità, a oggi 195.452 casi censiti dal Registro Nazionale
Taruscio: dalla rete italiana per le malattie senza diagnosi da sei centri clinici già più di cinquanta pazienti
Iorno: quest’anno il bilancio sull’attività legislativa è positivo, più critica l’uniformità dell’assistenza sociosanitaria nel territorio
Del Favero: per rilevare le disparità nell’assistenza avvieremo un monitoraggio sul territorio
Scaccabarozzi: sono 129 i medicinali per le malattie rare che hanno ottenuto l’autorizzazione per l’immissione in commercio in Europa
Mons. Manto: formeremo gli operatori dei nostri consultori per orientare e sostenere le famiglie

ISS 20 febbraio 2017

Rari, mai invisibili è il talk show, visibile sul canale Youtube canale Youtube da cui prende il nome la campagna che questa sera a Roma, alla Spazio Novecento (Piazza G. Marconi 26/b) all’Eur, sarà lanciato dall’attore Paolo Briguglia nell’ambito delle celebrazioni del Rare Disease day. Il talk show, dedicato alle malattie rare in collegamento streaming da Roma con Firenze, Lecce, Matera e Palermo dove si svolgeranno altrettanti eventi in contemporanea che prevedono anch’essi un talk show e manifestazioni artistiche per l’intera serata.

La campagna 2017, visibile sulla pagina Facebook non si esaurisce in un giorno o in una settimana, ma ha l’ambizione di durare nel tempo, sensibilizzando un pubblico molto ampio, attraverso la diffusione sul web di materiale informativo e testimonianze. Al centro della campagna un cortometraggio, I- VISIBLE, interpretato dagli attori Elisabetta de Vito e Ciro Scalera, diretto dal regista Dario Baldi: il mezzo cinematografico scelto per entrare nel cuore della gente e diventare virale, sul modello dell’Ice bucket, in modo da coinvolgere quante più persone possibile nella condivisione e diffusione del messaggio.

A promuovere l’iniziativa (di cui si allega il programma) l’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con UNIAMO, Federsanità Anci, Farmindustria e con il patrocinio del Ministero della Salute e del Centro per la Pastorale Familiare del Vicariato di Roma.

Le malattie rare rappresentano una sfida paradigmatica in sanità - afferma Walter Ricciardi Presidente dell’ISS - ci pongono il problema dell’equità nell’accesso ai farmaci, all’assistenza, ai servizi, ci mostrano con chiarezza come sia impossibile un modello regionalizzato dove servizi, e a volte anche terapie, sono offerti in un luogo e non lo sono più a pochi kilometri di distanza. La comune base genetica della maggior parte di esse richiede con forza la condivisione delle conoscenze per affrontare la ricerca - continua il Presidente - Oggi il nostro registro conta 195.452 casi di malattie rare che però si riferiscono solo a quelle riconosciute con il codice d’esenzione e che sono la punta di un iceberg di una realtà molto più complessa dove ancora una malattia su quattro resta senza diagnosi.

Ed è proprio il tema delle malattie non diagnosticate, il più spinoso, forse, di questo complesso pianeta, uno degli obiettivi strategici del Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS che sta investendo molte delle sue energie nel coordinamento di Undiagnosed Diseases Network International (UDNI), il network internazionale, al quale partecipano paesi come Giappone, Canada e Stati Uniti, nato per aumentare a livello globale le conoscenze sui pazienti con malattia rara. Coordiniamo la rete italiana dei non casi diagnosticati da quando è sorta e in tre anni siamo riusciti a ottenere la collaborazione di 6 centri clinici grazie ai quali il database si è arricchito con 53 casi provenienti da pazienti italiani senza certa diagnosi e 14 casi provenienti dal partner USA - afferma Domenica Taruscio - La conoscenza è per noi più che per altri la paziente e faticosa costruzione di un mosaico Solo condividendo questi dati con gli altri partner possiamo cercare di trovare il cosiddetto secondo caso, che può essere dovunque, anche dall’altra parte dell’emisfero terrestre.

E se le malattie non diagnosticate segnano ancora un punto di forte criticità alcuni passi avanti sono stati fatti invece per alcune patologie e diverse ricerche si sono attivate in questo settore anche nel nostro Paese: Possiamo dire che è stato un 2016 che ha visto il raggiungimento di importanti obiettivi - dichiara Tommasina Iorno, neoeletta Presidente di UNIAMO. La legge sugli screening neonatali allargati, per esempio, che in tema di diagnosi precoce salverà la qualità di vita di molte persone e la legge sul Dopo di noi che finalmente ha affrontato un tema che sta molto a cuore a chi ha figli con gravi disabilità. Anche dai LEA finalmente arrivano buone notizie ma resta la criticità dovuta alle autonomie sanitarie. Sono solo dieci regioni, infatti, ad aver recepito il Piano Nazionale Malattie Rare e il percorso di presa in carico stenta a decollare perché manca un finanziamento specifico in grado di attivare misure sociosanitarie essenziali ai pazienti e alle famiglie per affrontare questo tipo di patologie.

Ed è proprio l’assistenza uno dei nodi da sciogliere per affrontare queste patologie, spesso invalidanti e bisognose di essere integrate nel tessuto sociale In occasione del Rare Disease Day abbiamo cercato di riunirci intorno ai bisogni dei pazienti con patologia rara per confrontarci sulla possibilità di creare sinergie ancora più forti dichiara Angelo Del Favero, Presidente di Federsanità Anci - Serve una direzione certa su cui indirizzare risorse e progetti soprattutto nel contesto di una sanità frammentata in tutto il paese che vede mettere in campo mezzi e strumenti diversi. È per questo che il nostro contributo potrà essere quello di avviare un monitoraggio dello stato dell’assistenza nelle ASL rispetto alle malattie rare in modo da poter rilevare i bisogni sul territorio per indirizzare le politiche sanitarie.

Ricerca e assistenza sono un binomio indissolubile e per coniugarlo serve lo sforzo di tutti, cittadini compresi, chiamati all’integrazione nella scuola, nel lavoro e nel quotidiano. La ricerca, soprattutto, dalla rete non può prescindere.
Ricerca e hi tech hanno ormai cambiato gli scenari di cura, anche per le patologie rare - afferma Massimo Scaccabarozzi, Presidente di Farmindustria -Sono infatti 129 i medicinali per le malattie rare che hanno ottenuto l’autorizzazione per l’immissione in commercio in Europa e 209 le designazioni di farmaci orfani nel 2016, quasi triplicate nell’arco di dieci anni (erano 80 nel 2006). E in Italia 1 sperimentazione su 4, autorizzate nel 2015, è nelle malattie rare. Risultati che dimostrano l’impegno nella R&S dell’industria farmaceutica. C’è ancora tanto da fare. Ecco perché è necessario unire sempre più le forze. Siamo tutti coinvolti e in prima linea per far sì che i malati rari si sentano sempre meno invisibili. Anche perché è la malattia ad essere rara, non la persona che ne soffre. Non si può perdere questa occasione.

Un’alleanza che su un altro fronte può includere anche la Chiesa. A sopperire ai bisogni dei malati e alla mancanza dell’assistenza è molto spesso, infatti, la famiglia, anch’essa bisognosa di sostegno anche psicologico e di orientamento soprattutto nella crescita dei figli e nell’integrazione scolastica oltre che nei percorsi di inclusione sociale. Ed è per affrontare questo aspetto che il Centro per la Pastorale Familiare del Vicariato ha avviato, con il Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS, una collaborazione con i consultori familiari della Diocesi di Roma per il sostegno e l’orientamento ai malati e alle famiglie: nei prossimi mesi verranno formati dall’Istituto Superiore di Sanità una trentina di operatori professionali presenti nei nostri consultori familiari per supportare i pazienti e le loro famiglie, per, in collaborazione con il Telefono Verde Malattie Rare, verso i centri di diagnosi e terapia, per ascoltarli e sostenerli anche psicologicamente qualora ce ne fosse necessità - spiega Monsignor Andrea Manto, Direttore dell’Ufficio Pastorale Familiare del Vicariato - É un primo passo per spezzare il cerchio di isolamento che sperimentano le famiglie quando incontrano la malattia e per promuovere - conclude Mons. Manto - una rete di accoglienza e ospitalità per chi viene da fuori regione.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS n°10-2017 Malattie Rare, Talk Show, concerti, dibattiti, premiazioni e mostre. Ecco gli appuntamenti dell’ISS per la X Giornata delle Malattie Rare

Istituto Superiore di Sanità - Do, 19/03/2017 - 19:49
ISS 17/02/2017

Con la ricerca le possibilità sono infinite. È lo slogan scelto da EURORDIS, la Federazione Europea per le Malattie Rare, per celebrare la X Giornata delle Malattie Rare. Nell’edizione 2017 l’ISS è presente con due importanti iniziative che promuovono, anche con linguaggi propri dell’arte, il dialogo tra istituzioni, mondo della ricerca e delle imprese, mondo della Sanità e dei pazienti, al fine di creare una rete sempre più forte intorno ai bisogni di questi malati.

20 febbraio 2017

Primo appuntamento a Roma, presso Spazio Novecento all’Eur, con Rari, mai invisibili, un talk show in collegamento streaming con altre 4 città. Da esso prende il nome la campagna di raccolta fondi che verrà lanciata a Roma dall’attore Paolo Briguglia, protagonista del cortometraggio I-NVISIBLE, fil rouge dell’iniziativa. L’evento, promosso dall’Istituto Superiore di Sanità, insieme ad UNIAMO-Federazione Italiana Malattie Rare Onlus, Federsanità Anci, Farmindustria, ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute e del Centro per la Pastorale Familiare del Vicariato di Roma.

Il talk show romano sarà in collegamento streaming con Firenze, Lecce, Matera e Palermo, dove si svolgeranno altrettanti eventi in contemporanea. Anche in queste sedi sono previsti talk show e manifestazioni artistiche. Nella Capitale la serata sarà condotta da Gabriella Capparelli, giornalista del TG1. Al termine dell’evento seguirà il concerto della JC Band del Presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi.

Il talk show sarà trasmesso in diretta sul canale Youtube

27 febbraio 2017

Gli appuntamenti proseguono presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari (via di Campo Marzio, 74, Roma): l’ISS, insieme a Uniamo-Federazione Italiana Malattie Rare Onlus e all’Intergruppo Parlamentare per le Malattie Rare, l’evento congiunto RARE DISEASE DAY 2017. Con la ricerca le possibilità sono infinte, che si articola in tre momenti:

• la Cerimonia di premiazione della IX edizione del Concorso artistico-letterario Il Volo di Pegaso (h 10:00 -12:30), organizzata dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità con l’Associazione senza scopo di lucro MatEr-Movie, Art, Technologies & Research e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In Giuria personalità del mondo letterario, artistico, culturale e scientifico, tra cui il critico letterario Gian Paolo Serino e il critico d’arte Vittorio Sgarbi.
• la Tavola rotonda Nuovi linguaggi per la ricerca? (h 12:30 - 13:30);
• il Convegno Gli European Reference Network aprono nuovi orizzonti per la Ricerca? (h 15:15 - 18:00).

Durante l’intero evento sarà possibile visitare la Mostra collettiva delle opere ammesse alla IX edizione del Concorso.
Per partecipare, è obbligatorio registrarsi al link https://it.surveymonkey.com/r/RDD270217.

Tutti gli aggiornamenti su entrambi gli eventi sono disponibili nei siti del CNMR, del Volo di Pegaso e sui social:
TWITTER: @cnmr_ISS; @TVMR_CNMR; @concorsopegaso
FACEBOOK: @TelefonoVerdeMalattieRare e @IlVoloDiPegaso
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - Cs n° 9/2017 Tumori, sviluppata nei laboratori dell’ISS una innovativa biopsia liquida non invasiva per la diagnosi e il monitoraggio attivo delle terapie oncologiche

Istituto Superiore di Sanità - Gi, 16/03/2017 - 17:34
ISS 13/02/2017

Una biopsia liquida per analizzare le vescicole, rilasciate nel sangue dai tumori, che trasportano le aberrazioni molecolari del tessuto tumorale di origine. E’ questo, in sintesi, l’approccio molecolare sofisticato e innovativo, sviluppato nei laboratori dell’Istituto Superiore di Sanità da un’equipe coordinata dalla Dott.ssa Désirée Bonci (Ricercatore al Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina Molecolare, ISS) e dal Prof. Ruggero De Maria (Professore Ordinario di Patologia Generale alla Università Cattolica). Un nuovo approccio sperimentato finora su pazienti affetti da tumore alla prostata in uno studio pubblicato su Oncogene, e su pazienti colpiti da cancro al polmone e al colon (in due studi in corso di pubblicazione).

L’eterogeneità e complessità delle patologie neoplastiche rende molto difficile individuare una terapia unica ed efficace - afferma la Dott.ssa Bonci - Inoltre la risposta individuale del paziente ai farmaci è, molte volte, non prevedibile. Ad oggi il “goal” assoluto per combattere questo male è procedere, quanto più possibile, ad un trattamento personalizzato.

L’indagine ci ha permesso, per la prima volta - va avanti l’esperta - di valutare segnali proteici attivati e indicativi di tumore e dello stato aberrante molecolare del cancro in pazienti affetti da neoplasie al polmone, colon e prostata. Questi segnali sono associati alla presenza di cancro, alla progressione tumorale e alla resistenza alle terapie e sono bersagli di nuovi farmaci approvati definiti targeted therapy.

Questo tipo di biopsia liquida realizzata con tecniche innovative, sofisticate e sensibili - dichiara il Prof. De Maria - potrà permettere di avere una diagnosi sempre più precoce e certa di tumore. Inoltre, i tumori avanzati spesso cambiano il loro assetto molecolare durante il trattamento con lo sviluppo di resistenze secondarie. Questo tipo di biopsia liquida, adeguatamente sviluppata, ci potrà permettere di avere un metodo non-invasivo per monitorare il tumore fin dall’esordio, per individuare tempestivamente le recidive e l’insorgenza di resistenza alle terapie.

In uno studio più approfondito sul tumore della prostata, svolto in collaborazione con Giovanni Muto, Professore Ordinario di Urologia all’ Università Campus Bio-Medico, Roma, con l’Ospedale San Giovanni Bosco (Torino) e l’ Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, IRE (Roma), è stata stabilita una correlazione tra l’attivazione dell’oncogene c-MET, responsabile dello sviluppo di metastasi, e un piccolo gene, il miR-130b, con la progressione tumorale e la resistenza alla terapia ormonale, valutando il meccanismo in vescicole, tessuti di pazienti e in modelli pre-clinici di laboratorio.

Lo studio, pubblicato dalla rivista internazionale Oncogene e finanziato dal Grant Giovani Ricercatori di cui è coordinatrice la Dott.ssa Bonci, elargito dal Ministero della Salute, descrive un nuovo meccanismo di progressione e resistenza alla terapia ormonale.

I dati hanno evidenziato - conclude la ricercatrice - un metodo di monitoraggio attraverso le vescicole nel sangue del paziente ed identificato nuovi bio-marcatori di progressione e trattamento con nuovi farmaci, quali per esempio inibitori del gene c-MET ad oggi già approvati per altri tumori. Attualmente stiamo lavorando alla messa a punto di un meccanismo di analisi rapida da trasferire facilmente all’applicazione clinica.
Categorie: Istituzioni

Colorado unapproved drug and dietary supplement makers ordered to cease operations for federal violations

Food and Drug Administration - Ma, 14/03/2017 - 19:08
Yesterday, U.S. District Judge Marcia S. Krieger for the U.S. District Court for Colorado entered a consent decree of permanent injunction against EonNutra LLC, CDSM LLC and HABW LLC, manufacturers and distributors of unapproved drugs and dietary supplements, and their owner, Michael Floren, requiring Floren’s businesses to immediately cease operations until they come into compliance with federal laws.
Categorie: Istituzioni

Colorado unapproved drug and dietary supplement makers ordered to cease operations for federal violations

Food and Drug Administration - Ma, 14/03/2017 - 19:08
Yesterday, U.S. District Judge Marcia S. Krieger for the U.S. District Court for Colorado entered a consent decree of permanent injunction against EonNutra LLC, CDSM LLC and HABW LLC, manufacturers and distributors of unapproved drugs and dietary supplements, and their owner, Michael Floren, requiring Floren’s businesses to immediately cease operations until they come into compliance with federal laws.
Categorie: Istituzioni

FDA approves first treatment for frequent urination at night due to overproduction of urine

Food and Drug Administration - Ve, 03/03/2017 - 22:06
The U.S. Food and Drug Administration today approved Noctiva (desmopressin acetate) nasal spray for adults who awaken at least two times per night to urinate due to a condition known as nocturnal polyuria (overproduction of urine during the night). Noctiva is the first FDA-approved treatment for this condition.
Categorie: Istituzioni

FDA approves first treatment for frequent urination at night due to overproduction of urine

Food and Drug Administration - Ve, 03/03/2017 - 22:06
The U.S. Food and Drug Administration today approved Noctiva (desmopressin acetate) nasal spray for adults who awaken at least two times per night to urinate due to a condition known as nocturnal polyuria (overproduction of urine during the night). Noctiva is the first FDA-approved treatment for this condition.
Categorie: Istituzioni

Mutual Recognition promises new framework for pharmaceutical inspections for United States and European Union

Food and Drug Administration - Gi, 02/03/2017 - 14:57
The United States and the European Union (EU) completed an exchange of letters to amend the Pharmaceutical Annex to the 1998 U.S.-EU Mutual Recognition Agreement. Under this agreement, U.S. and EU regulators will be able to utilize each other’s good manufacturing practice inspections of pharmaceutical manufacturing facilities.
Categorie: Istituzioni

Mutual Recognition promises new framework for pharmaceutical inspections for United States and European Union

Food and Drug Administration - Gi, 02/03/2017 - 14:57
The United States and the European Union (EU) completed an exchange of letters to amend the Pharmaceutical Annex to the 1998 U.S.-EU Mutual Recognition Agreement. Under this agreement, U.S. and EU regulators will be able to utilize each other’s good manufacturing practice inspections of pharmaceutical manufacturing facilities.
Categorie: Istituzioni

FDA approves Odactra for house dust mite allergies

Food and Drug Administration - Me, 01/03/2017 - 23:57
The U.S. Food and Drug Administration today approved Odactra, the first allergen extract to be administered under the tongue (sublingually) to treat house dust mite (HDM)-induced nasal inflammation (allergic rhinitis), with or without eye inflammation (conjunctivitis), in people 18 through 65 years of age.
Categorie: Istituzioni

FDA approves Odactra for house dust mite allergies

Food and Drug Administration - Me, 01/03/2017 - 23:57
The U.S. Food and Drug Administration today approved Odactra, the first allergen extract to be administered under the tongue (sublingually) to treat house dust mite (HDM)-induced nasal inflammation (allergic rhinitis), with or without eye inflammation (conjunctivitis), in people 18 through 65 years of age.
Categorie: Istituzioni

Primo Piano - Al via il progetto Alternanza scuola-lavoro presso le aule e i laboratori dell’ISS

Istituto Superiore di Sanità - Me, 01/03/2017 - 10:01
ISS 09/02/2017

Prende avvio il prossimo 13 febbraio, per il secondo anno consecutivo, il progetto Alternanza scuola-lavoro presso l’ISS. Una forma innovativa di apprendistato che permette agli studenti delle scuole secondarie di trascorrere alcuni periodi nel mondo del lavoro per ottimizzare la loro formazione e indirizzarli nelle scelte future. Una modalità formativa potenziata nel nostro Paese con la Legge 107/2015 La Buona Scuola che ha reso obbligatorio per gli alunni dell’ultimo triennio delle scuole di II grado lo svolgimento di periodi di alternanza scuola-lavoro (200 ore per i licei e 400 per gli istituti tecnici e professionali).

L’ISS ha aderito all’iniziativa nell’aprile 2016 firmando, in tale contesto, una convenzione con il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca (MIUR) e, coinvolgendo quattro licei romani (Liceo classico-linguistico Orazio, Liceo scientifico IIS via Salvini 24, Liceo classico Giulio Cesare e Liceo classico Torquato Tasso), ha avviato un progetto pilota, con cicli di Alternanza scuola lavoro nel mese di aprile e giugno 2016, in quattro aree tematiche: ambiente e salute; malattie: dalla biologia alla chimica; prevenzione e stili di vita; comunicazione e scienza.

Il successo dell’iniziativa è stato tale da riuscire a definire un modello organizzativo di eccellenza destinato a divenire una best practice per gli enti di ricerca. E quest’anno si riparte con 180 ragazzi divisi in due cicli di alternanza (a febbraio e a marzo) con 50 percorsi formativi nelle quattro grandi aree tematiche proposte dall’ISS.

Un’opportunità dunque di formazione per i giovani, per l’lSS che diventa così punto di riferimento culturale e formativo, un’occasione di integrazione tra mondo della ricerca e istituzioni scolastiche.

Ad accogliere i ragazzi lunedì 13 febbraio nell’Aula Bovet dell’Istituto sarà Gianni Rezza, direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’ISS, con una lectio magistralis intitolata Vaccini: una storia di successo a beneficio dell’umanità.

Per approfondimenti:

Il Notiziario dell’ISS dedicato al progetto Alternanza scuola-lavoro

Tutta la documentazione del progetto
Categorie: Istituzioni

FDA approves Xermelo for carcinoid syndrome diarrhea

Food and Drug Administration - Ma, 28/02/2017 - 23:30
The U.S. Food and Drug Administration today approved Xermelo (telotristat ethyl) tablets in combination with somatostatin analog (SSA) therapy for the treatment of adults with carcinoid syndrome diarrhea that SSA therapy alone has inadequately controlled.
Categorie: Istituzioni

FDA approves Xermelo for carcinoid syndrome diarrhea

Food and Drug Administration - Ma, 28/02/2017 - 23:30
The U.S. Food and Drug Administration today approved Xermelo (telotristat ethyl) tablets in combination with somatostatin analog (SSA) therapy for the treatment of adults with carcinoid syndrome diarrhea that SSA therapy alone has inadequately controlled.
Categorie: Istituzioni

Primo Piano - TO REACH: alla ricerca di Sistemi Sanitari sostenibili

Istituto Superiore di Sanità - Lu, 27/02/2017 - 08:26
ISS 31/01/2017

L’Istituto Superiore di Sanità coordinerà nel triennio 2017-2019 un progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo per la ricerca Horizon 2020, mirato a migliorare la sostenibilità dei Sistemi Sanitari europei. Il progetto, denominato TO-REACH (Transfer of Organisational innovations for Resilient, Effective, Equitable, Accessible, Sustainable and Comprehensive Health Services and Systems), frutto della collaborazione di 29 enti di ricerca e agenzie governative di 19 paesi europei e tre paesi extraeuropei (Canada, Stati Uniti, Israele), si prefigge di studiare le condizioni necessarie a garantire la sostenibilità, l’equità, l’accessibilità e l’efficienza dei sistemi sanitari di fronte a sfide epocali come la crisi economica, i cambiamenti climatici, le migrazioni.

In particolare il progetto si propone di raggiungere alcuni obiettivi specifici:
1) definire le sfide e le priorità per i sistemi sanitari nel XXI secolo;
2) definire il contesto in cui si troveranno ad operare i sistemi sanitari;
3) raccogliere, analizzare e sintetizzare le conoscenze disponibili in materia;
4) sviluppare l’agenda strategica della ricerca in sanità pubblica;
5) diffondere i risultati del progetto per favorire scelte di sanità pubblica basate su robusti elementi di conoscenza.

Il progetto TO-REACH, inoltre, è propedeutico ad un successivo ERA-NET (European Research Area-Network), che partirà nel 2019.

I Sistemi Sanitari dei Paesi più economicamente sviluppati - afferma il Presidente dell’ISS Walter Ricciardi - attraversano un’importante crisi di sostenibilità finanziaria. Le cause sono diverse e includono: il cambiamento demografico con il positivo aumento dell’aspettativa di vita, tuttavia collegato ad un aumento esponenziale della prevalenza delle malattie croniche e della polimorbidità; il progresso scientifico della biomedicina e lo sviluppo tecnologico, che sta portando benefici impensabili fino a qualche tempo fa, ma anche un esponenziale aumento dei costi; l’aumento della consapevolezza e delle giuste richieste di salute dei cittadini. Per evitare che questa crisi influisca negativamente sull’efficienza dei servizi, e colpisca in modo rilevante la parte più fragile della popolazione, le persone più povere e marginalizzate, la via è quella di lavorare sull’appropriatezza e su nuovi modelli di cura e intervento basati sull’evidenza, che mirino a coniugare innovazione ed eguaglianza distributiva, in grado di fornire cure adeguate, assistere le disabilità e tutelare il benessere psicofisico di tutta la popolazione.

L’ISS sarà, per l’Italia, affiancato dal Ministero della Salute, dall’AGENAS, dall’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Categorie: Istituzioni

FDA clears test to help manage antibiotic treatment for lower respiratory tract infections and sepsis

Food and Drug Administration - Ve, 24/02/2017 - 00:30
The U.S. Food and Drug Administration today cleared the expanded use of the Vidas Brahms PCT Assay to help health care providers determine if antibiotic treatment should be started or stopped in patients with lower respiratory tract infections, such as community-acquired pneumonia, and stopped in patients with sepsis. This is the first test to use procalcitonin (PCT), a protein associated with the body’s response to a bacterial infection, as a biomarker to help make antibiotic management decisions in patients with these conditions.
Categorie: Istituzioni

FDA clears test to help manage antibiotic treatment for lower respiratory tract infections and sepsis

Food and Drug Administration - Ve, 24/02/2017 - 00:30
The U.S. Food and Drug Administration today cleared the expanded use of the Vidas Brahms PCT Assay to help health care providers determine if antibiotic treatment should be started or stopped in patients with lower respiratory tract infections, such as community-acquired pneumonia, and stopped in patients with sepsis. This is the first test to use procalcitonin (PCT), a protein associated with the body’s response to a bacterial infection, as a biomarker to help make antibiotic management decisions in patients with these conditions.
Categorie: Istituzioni

FDA allows marketing of test to identify organisms that cause bloodstream infections and provide antibiotic sensitivity results

Food and Drug Administration - Gi, 23/02/2017 - 23:55
The U.S. Food and Drug Administration today allowed marketing of the PhenoTest BC Kit, performed on the Pheno System. This is the first test to identify organisms that cause bloodstream infections and provide information about which antibiotics the organism is likely to respond to (antibiotic sensitivity).
Categorie: Istituzioni
Condividi contenuti