Istituzioni

Statement from FDA Commissioner Scott Gottlieb, M.D., on steps to promote development of generic versions of opioids formulated to deter abuse

Food and Drug Administration - Ma, 21/11/2017 - 15:29
FDA Commissioner on steps to promote development of generic versions of opioids formulated to deter abuse
Categorie: Istituzioni

Primo Piano - Obesity Day, su Lancet studio epidemiologico con il contributo dei dati ISS

Istituto Superiore di Sanità - Lu, 20/11/2017 - 08:54
Studio internazionale sull’obesità. L’Italia partecipa attraverso l’Istituto Superiore di Sanità. Ecco i dati italiani commentati da Angela Spinelli, Direttrice del Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie e la Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità fra i principali collaboratori italiani e autori della pubblicazione, coordinatrice della Sorveglianza OKkio alla SALUTE e partecipante alla Childhood Obesity Surveillance Initiative (COSI) della Regione Europea dell’OMS e Simona Giampaoli, Direttrice del Dipartimento di Malattie Cardiovascolari, Dismetaboliche e dell’Invecchiamento dell’Istituto Superiore di Sanità e coordinatrice del Progetto CUORE

ISS 11 ottobre 2017

E’ uscito oggi su Lancet, in occasione della giornata mondiale dell’obesità, il più grande studio epidemiologico mai condotto per numero di partecipanti. Lo studio, realizzato dall’Imperial College di Londra e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, indica che il numero di bambini e adolescenti obesi tra i 5 e 19 anni nel mondo è aumentato di 10 volte negli ultimi 40 anni. Se la tendenza osservata continuerà nel 2022 ci saranno più bambini e adolescenti obesi che moderatamente o severamente sottopeso. Tra i dati italiani che hanno contribuito allo studio quelli dell’Istituto Superiore di Sanità misurati con procedure standardizzate grazie alla Sorveglianza OKkio alla SALUTE sui bambini e sui ragazzi e al Progetto Cuore sugli adulti ed anziani.
Lo studio ha analizzato peso e altezza di circa 130 milioni di individui con più di 5 anni (più di 31 milioni e mezzo con età compresa tra i 5 e i 19 anni, e di 97 milioni con più di 20 anni). Più di 1000 ricercatori hanno contribuito allo studio con l’obiettivo di osservare come i livelli dell’indice di massa corporeo (IMC) e dell’obesità siano cambiati dal 1975 al 2016.

In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentato di quasi 3 volte nel 2016 rispetto al 1975. Nel 2016 il 10,4% delle femmine e il 14,5% dei maschi erano obesi. A livello mondiale l’Italia si posiziona al 61° posto per le femmine e al 46° per i maschi ma tra i paesi ad alto reddito l’Italia si posiziona rispettivamente al 6° e 8° posto.
Tanto per le bambine e adolescenti come per i maschi l’aumento dell’IMC osservato tra il 1975 e il 2016 è stato tra i minori, se confrontato con quello degli altri paesi, con meno di un 1 unità in più di indice di massa corporea (1 kg/m2 circa 2kg in media)
Nel 2016 si stima quasi un milione di bambini e adolescenti obesi (437.000 bambine e ragazze e 642.000 bambini e ragazzi), numero che aumenta a circa 3,2 milioni se si considera anche la popolazione di bambini e adolescenti in sovrappeso. Recentemente abbiamo osservato una tendenza alla diminuzione ma molto resta da fare sia nel campo dell’alimentazione che dell’attività fisica. Su questo si deve impegnare tutta la società, favorendo scelte salutari.
Quando un problema di sanità pubblica raggiunge tali dimensioni, non basta solo una azione individuale, ma servono urgenti azioni di prevenzione primaria e primordiale (fin dalla gravidanza) di comunità che riguardino l’alimentazione e l’attività fisica rivolta a tutta la popolazione dai bambini, ai giovani, agli adulti, agli anziani. Non va dimenticato che l’Italia ha una cultura profonda sulla sana alimentazione, quella mediterranea, che va adattata al 21° secolo: l’alimentazione deve ritornare ad essere varia ed equilibrata, ricca di verdura e frutta, con meno calorie, grassi saturi, colesterolo e sale, con consumo più elevato di legumi, cereali, possibilmente integrali e pesce, e soprattutto deve contemplare porzioni modeste. E la comunità deve riscoprire il piacere e i benefici che derivano da una attività fisica regolare, come camminare, salire le scale, ballare, giocare all’aria aperta e svolgere attività fisica per almeno 150 minuti a settimana distribuiti nei diversi giorni della settimana per gli adulti e 60 minuti al giorno per i bambini e adolescenti.
Categorie: Istituzioni

FDA approves first telehealth option to program cochlear implants remotely

Food and Drug Administration - Ve, 17/11/2017 - 20:45
FDA approved a remote feature for follow-up programming sessions for the Nucleus Cochlear Implant System through a telemedicine platform.
Categorie: Istituzioni

Statement by FDA Commissioner Scott Gottlieb, M.D., on efforts to address impact of IV fluid shortages following hurricane destruction and resolve manufacturing shortfalls

Food and Drug Administration - Ve, 17/11/2017 - 15:03
Statement by FDA Commissioner Scott Gottlieb, M.D., on efforts by the agency to address impact of IV fluid shortages following hurricane destruction and resolve manufacturing shortfalls
Categorie: Istituzioni

Primo Piano - Notte dei Ricercatori: all’ISS dalle 18 alle 23 laboratori aperti e oltre 60 eventi dedicati al pubblico

Istituto Superiore di Sanità - Ve, 17/11/2017 - 07:54
La manifestazione riceve il plauso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

Presidente Associazione Frascati Scienza
c/o Comune di Frascati
Piazza Marconi, 3
00144 Frascati (Roma)

Rivolgo un caloroso saluto a tutti gli organizzatori e a quanti sono riuniti nella XII edizione della Notte Europea dei Ricercatori.
Si tratta di un evento significativo in cui conferenze, visite guidate nei più prestigiosi Centri di Ricerca, e laboratori aperti al pubblico, avvicinano la società civile ai progressi e all'incessante cammino della scienza, in un proficuo confronto che permette di costruire relazioni positive, scambiare buone pratiche, stimolare il confronto e la riflessione, sensibilizzare i più giovani.
I molteplici traguardi raggiunti dalla comunità scientifica nei più svariati campi hanno trasformato nozioni ed evidenze empiriche in strumenti sempre più raffinati ed efficaci per affrontare le sfide complesse e globali del secolo che viviamo: dalla lotta alla povertà, al riscaldamento globale del pianeta, all'approvvigionamento energetico, alla sicurezza.
Il contributo concreto della scienza nella promozione del benessere sociale favorisce lo sviluppo di una società più inclusiva e vicina ai bisogni delle categorie più deboli.
La costruzione di una rete di eccellenza scientifica comune sempre più efficiente, che sappia premiare e valorizzi i nuovi talenti, crei opportunità e persegua con determinazione obiettivi di sviluppo sostenibile, è, dunque, più che mai decisiva.
Desidero rivolgere, in occasione di questa manifestazione, un particolare apprezzamento ai progetti vincitori del bando europeo, agli Enti di Ricerca e agli Atenei coinvolti nelle iniziative e rivolgere un sentito augurio per il pieno successo dell'iniziativa.

Sergio Mattarella


On line programma e prenotazione. In allegato la sintesi dei contenuti degli eventi

L’Istituto Superiore di Sanità resterà aperto a tutti il 29 settembre in occasione della Notte Europea dei Ricercatori. Dalle 18 alle 23 conferenze, info point, visite guidate e mostre illustreranno l’attività dei nostri ricercatori. Un’occasione per far conoscere l’attività che l’ISS svolge sul fronte della ricerca scientifica e della tutela della salute pubblica.
La Notte Europea dei Ricercatori, che quest’anno compie 12 anni, è un progetto finanziato dall’Unione Europea e coordinato da Frascati Scienza, capofila di una rete di ricercatori, università e istituti di ricerca italiani.
Aprire le porte dell’Istituto - dice il Presidente Walter Ricciardi - realizza il nostro desiderio di far conoscere, unire, collegare la comunità civile con il sapere scientifico e con la nostra missione: tradurre in risultati terapeutici il frutto della sua ricerca per garantire la tutela e la promozione della salute dei cittadini.
Sono tantissimi gli argomenti che vivacizzano l’edizione di quest’anno. Dal tema caldo dei vaccini, all’importanza delle tecnologie innovative. Dalla sperimentazione clinica alla tutela dell’ambiente. Dalla tutela del consumatore dal punto di vista alimentare alla tutela dai contaminanti chimici.
Le mostre si possono visitare dalle ore 18 nelle aule Marotta e Bovet dell’ISS e nell’anti aula Pocchiari. Le visite guidate, a gruppi massimo di 20 persone, e le conferenze, invece, devono essere prenotate e inizieranno alle 19.
In allegato il programma con le mostre e le visite guidate
Categorie: Istituzioni

FDA expands approval of Sutent to reduce the risk of kidney cancer returning

Food and Drug Administration - Gi, 16/11/2017 - 21:35
FDA approves first adjuvant treatment for adult patients who are at a high risk of kidney cancer returning after a kidney has been removed.
Categorie: Istituzioni

FDA approves new treatment to prevent bleeding in certain patients with hemophilia A

Food and Drug Administration - Gi, 16/11/2017 - 17:26
FDA approves new treatment to prevent or reduce frequency of bleeding episodes in patients with hemophilia A who have Factor VIII inhibitors.
Categorie: Istituzioni

Statement from FDA Commissioner Scott Gottlieb, M.D. on FDA’s comprehensive new policy approach to facilitating the development of innovative regenerative medicine products to improve human health

Food and Drug Administration - Gi, 16/11/2017 - 15:23
Commissioner statement on FDA’s comprehensive regenerative medicine policy framework to spur innovation, efficient access to potentially transformative products, while ensuring safety and efficacy
Categorie: Istituzioni

FDA announces comprehensive regenerative medicine policy framework

Food and Drug Administration - Gi, 16/11/2017 - 15:22
FDA announces comprehensive regenerative medicine policy framework to spur innovation, efficient access to potentially transformative products, while ensuring safety and efficacy.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS N°45/2017 ISS, nasce il nuovo comitato etico

Istituto Superiore di Sanità - Gi, 16/11/2017 - 07:21
Nominato, con un decreto del Presidente dell’Ente, il nuovo Comitato Etico dell’Istituto Superiore di Sanità

ISS, 4 ottobre 2017

I nuovi membri sono il Dottor Carlo Petrini, Responsabile dell’Unità di Bioetica dell’Istituto Superiore di Sanità; il Dott. Giampaolo Tortora, Oncologo dell’Università di Verona; il Dott. Giulio Corgatelli, Medico di Medicina Generale; l’Ing. Carla Daniele del Dipartimento Tecnologie e Salute dell’ISS; il Prof. Raffaele Landolfi, clinico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; Prof. Vittorio Fineschi, medico legale dell’Università La Sapienza di Roma; dott.ssa Caterina Galletti, rappresentante dell’area delle professioni sanitarie interessate alla sperimentazione Università cattolica sacro Cuore di Roma; dott. Alberto Ugazio, pediatra Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma; il Cons. Guido Carpani dell’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici (EMPAM), la Dottoressa Roberta Marcoaldi, esperto di dispositivi medici, Direttore dell’Organismo Notificato per i dispositivi medici e la valutazione dei Cosmetici dell’ISS; la Dottoressa Rosaria Iardino, rappresentante dei Pazienti, dell’Associazione Donne in Rete onlus; la Dottoressa Fiorella Malchiodi Albedi, patologo del Centro Ricerca e valutazione preclinica e clinica dei farmaci dell’ISS; la Dottoressa Simona Pichini, del Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’ISS; Mons. Andrea Manto, medico esperto in bioetica del Vicariato di Roma; il Prof. Maurizio Pocchiari, Direttore del Dipartimento di neuroscienze dell’ISS; la Dottoressa Patrizia Popoli, farmacologa, Direttore del Centro ricerca e valutazione preclinica e clinica dei farmaci dell’ISS; il Dott. Giovanni Rezza, epidemiologo, Direttore del Dipartimento Malattie infettive dell’ISS, il Professor Marco Salvatore, esperto di tecniche diagnostiche e terapeutiche dell’Università Federico II di Napoli; il Dottor Marco Silano, esperto in nutrizione, del Dipartimento Sicurezza alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica; il Dott. Marco Tartaglia, biogenetista, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Abbiamo lavorato a lungo sulla composizione del nuovo Comitato in modo da garantire l’alto profilo dei suoi componenti - ha affermato Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità - Siamo certi infatti che l’alto livello scientifico e culturale e le personali doti dei membri di questo comitato, garantiscano la capacità di offrire da diverse prospettive uno sguardo profondo e articolato in grado di misurare con equilibrio le istanze diverse e talora divergenti tra loro che queste difficili tematiche portano con sé. Desidero inoltre - conclude Ricciardi - ringraziare il precedente Comitato per il prezioso lavoro svolto negli ultimi tre anni e in particolare l’apporto del Professor Dino Amadori che ha presieduto in maniera eccellente lo svolgimento dei lavori con scrupolo e rigore, qualità indispensabili in ogni approccio di natura etica.

Il Comitato, ha una durata triennale e ha il compito di fornire pareri e consulenze sull’attività di competenza dell’ISS. La valutazione etica può riguardare anche progetti epidemiologici, valutativi e medico sociali che richiedono la raccolta di dati personali, e quelli che potrebbero porre problemi di politica ambientale.

Il Comitato eleggerà, in base al decreto istitutivo, il suo Presidente.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS N°44/2017 Dichiarazione del Presidente Ricciardi

Istituto Superiore di Sanità - Gi, 16/11/2017 - 07:21
ISS, Roma 3 ottobre 2017

Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi esprime grande soddisfazione per la nomina di Raniero Guerra alla World Health Organization (WHO) presso cui curerà le iniziative speciali al fianco del nuovo Direttore Generale Tedros Adhanom Ghebreyesus.

La sua nomina rappresenta per noi - afferma Ricciardi - una garanzia poiché siamo certi che le preziose sinergie, che in questi anni abbiamo portato avanti insieme mentre era alla guida della Direzione Generale della Prevenzione presso il Ministero della Salute, continueranno anche sul versante internazionale.
L’Italia, con la sua nomina, sarà rappresentata nel WHO attraverso una delle migliori competenze attualmente in campo nella sanità pubblica.
Categorie: Istituzioni

FDA unveils a streamlined path for the authorization of tumor profiling tests alongside its latest product action

Food and Drug Administration - Me, 15/11/2017 - 19:16
Newly authorized test detects genetic cancer mutations in 468 unique genes
Categorie: Istituzioni

FDA approves treatment for rare genetic enzyme disorder

Food and Drug Administration - Me, 15/11/2017 - 18:10
FDA approves treatment for rare genetic enzyme disorder
Categorie: Istituzioni

FDA grants marketing authorization of the first device for use in helping to reduce the symptoms of opioid withdrawal

Food and Drug Administration - Me, 15/11/2017 - 17:17
FDA permits marketing of the first device for use in helping to reduce the symptoms of opioid withdrawal
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS N°48/2017 CS N°48/17 - Violenza: una donna su tre è aggredita dal partner e, tra quelle gravemente abusate, più dei due terzi accusano sintomi di stress da disordine post-traumatico a tre mesi dalla violenza

Istituto Superiore di Sanità - Me, 15/11/2017 - 06:42
I dati del progetto REVAMP coordinati dalla sorveglianza SINIACA-IDB dell’Istituto Superiore di Sanità e dall’Ospedale Galliera di Genova presentati oggi al Ministero della Salute

Iss, 14 Novembre 2017

Hanno tra i 15 e i 49 anni, più un terzo sono straniere e l’aggressore prevalente è il compagno. E’ la fotografia della donna vittima di violenza che emerge dai dati del progetto CCM (supportato dal Ministero della Salute) “REVAMP (REpellere Vulnera Ad Mulierem et Puerum) - Controllo e risposta alla violenza su persone vulnerabili: la donna e il bambino, modelli d'intervento nelle reti ospedaliere e nei servizi socio-sanitari in una prospettiva europea”, coordinato dall’ISS e dall’Ospedale Galliera di Genova, che fa parte della rete ospedaliera che raccoglie i dati sulla violenza, nell'ambito dell'Injury Database europeo (IDB). Il rapporto sarà presentato oggi nel convegno conclusivo presso l’Auditorium “Cosimo Piccinno” del Ministero della Salute.

Le conseguenze della violenza sullo stato di salute della donna assumono diversi livelli di gravità che possono avere esiti fatali (femminicidio o interruzione di gravidanza) o molto invalidanti come conseguenze di trauma (ustione avvelenamento o intossicazione) e psicologiche con problemi di salute che includono il Post Traumatic Stress Disorder (PTSD), depressione, abuso di sostanze e comportamenti auto-lesivi o suicidari, disturbi alimentari, sessuali.

Dai dati SINIACA-IDB del 2015-2016 emerge che per le donne vittime di violenza in età fertile (15-49 anni), oltre il 35% dei casi è dovuto ad aggressione da parte del coniuge o partner sentimentale (nei maschi è meno del 10%). Quasi l’85% dei casi di violenze su donne è compiuta da conoscenti (nei maschi tale percentuale è inferiore al 40%).

“Nei pronto soccorso partecipanti alla rilevazione SINIACA-IDB - dice Alessio Pitidis dell’ISS, coordinatore per l'Italia della sorveglianza dell'Injury Database europeo - per le donne in età fertile vittime di violenza la seconda causa di accesso in PS è stata la violenza sessuale: un caso ogni venti è dovuto a violenza sessuale. Alterco e acquisizione illegale di soldi rappresentano i principali contesti dell’aggressione su donne e la violenza viene più spesso (88% dei casi) compiuta a mani nude o con violenza fisica, senza uso di strumenti d'offesa”.

Nei flussi di PS EMUR (EMergenza URgenza) di Piemonte, Toscana, Abruzzo e Sardegna, nel 2013-2104 utilizzati in tutti i centri di PS di queste regioni, si è osservato una tasso medio annuo di accesso in PS per violenza di 139 donne ogni 100.000 residenti, il 72% delle quali di età 15-49 anni. Dai dati SINIACA-IDB 2015-2016 si osserva che nell'86% dei casi la violenza era stata perpetrata da uomini e l'ambiente prevalente della violenza era quello familiare (42%), in particolare da parte del partner (35%).

Dalla sorveglianza SINIACA-IDB dei centri ospedalieri anti-violenza del REVAMP si osserva come nelle donne in età fertile (15-49 anni) il 37% delle vittime siano di nazionalità estera. Riguardo al contesto dell'aggressione questo, per le donne in età fertile (15-49 anni), il 5% delle volte è una violenza sessuale. Per le bambine (0-14 anni) viste nei pronto soccorso generalisti della medesima rete di sorveglianza, nel 17,9% dei casi la causa di accesso in PS per violenza è una aggressione sessuale.

Nello studio di follow-up di progetto, che seguiva donne vittime di violenza grave (continuità della violenza, abuso sessuale con penetrazione, trauma non superficiale, etc.), a 3 mesi dalla dimissione ospedaliera il 67,5% delle donne adulte vittime di violenza domestica o sessuale era affetta da patologia mentale di stress da disordine post-traumatico. Prevalenza della malattia significativamente superiore, di oltre 5 volte, a quella di corrispondente gruppo di controllo di donne non vittime di violenza. Valore paragonabile a quello delle vittime dirette di grandi disastri, compresi attentati terroristici.

“La presenza di una rete di servizi socio-assistenziali capillare, capace di interagire, dialogare e scambiare efficaci prassi metodologiche - dice Eloise Longo, coordinatrice del progetto REVAMP - è un modo per far emergere il fenomeno della violenza e sconfiggere il senso di isolamento e solitudine che circonda le donne. La rete è un modo per garantire alla donna supporto e protezione. La presenza di procedure e protocolli condivisi a livello territoriale serve proprio a facilitare la donna nel trovare le risposte e soluzioni più adeguate per sé e per i propri figli”.

Il progetto REVAMP fa parte del Piano Nazionale di Prevenzione 2014-18 nel macro-obiettivo di "promozione della salute mentale del bambino, adolescente e giovane" prevede tra i fattori di rischio da affrontare la violenza sessuale, l'abuso e la trascuratezza.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS N°43/2017 Dal 2 Ottobre attivo il numero verde nazionale 800 55 88 22 per i problemi legati al gioco d’azzardo

Istituto Superiore di Sanità - Me, 15/11/2017 - 06:42
Entro marzo 2018 i risultati della ricerca promossa dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e condotta dall’Istituto Superiore della Sanità

Già operativa la formazione degli operatori di gioco e degli operatori socio-sanitari

ISS, 28 Settembre 2017

Parte dal 2 Ottobre 2017 l’attivazione del Telefono Verde Nazionale per le problematiche legate al gioco d’azzardo (TVNGA). Il numero verde di aiuto 800558822 coprirà l'intero territorio nazionale, sarà attivo in via sperimentale fino al 31 marzo 2018 e garantirà sostegno dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 16.00 alle persone in difficoltà con il gioco d'azzardo.

L’iniziativa rientra nel piano in tre mosse, ricerca, formazione e informazione, ideato e finanziato a gennaio 2016 dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) e affidato nella sua realizzazione al Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) per conoscere meglio e fronteggiare le problematiche connesse al gioco d’azzardo, soprattutto nel suo possibile impatto sulla salute di soggetti vulnerabili.

Il numero verde rappresenta un servizio prezioso che informa sulle strutture sanitarie a disposizione delle persone in difficoltà nella relazione con il gioco d’azzardo. Tra l’altro - continua Alessandro Aronica, Vice Direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli - il servizio consentirà anche di arricchire il quadro informativo del giocatore problematico. Questa iniziativa testimonia della volontà comune di guardare al settore del gioco in una logica unitaria, con la massima concreta attenzione anche ai profili sanitari, per prevenire e contenere i rischi nell’ambito di un approccio regolato e non proibizionista. Tutto il progetto di collaborazione avviato già due anni orsono tra i Monopoli e l’ISS va in questa direzione.

Questo telefono verde si aggiunge ai servizi al pubblico che l’Istituto offre su temi di valenza sociosanitaria testimoniando concretamente il legame diretto che da sempre abbiamo con i cittadini - afferma Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità - Si tratta, inoltre di un osservatorio importante per monitorare le problematiche e i bisogni sanitari legati al giocatore problematico. Con il TVNGA abbiamo anche l’opportunità di collegare la richiesta di assistenza con l’offerta sanitaria disponibile sul territorio. Con l’intero progetto - prosegue - vogliamo inoltre fornire conoscenze validate scientificamente per contrastare gli aspetti problematici correlati al gioco d’azzardo.

Il TVNGA si rivolgerà ai cittadini dando informazioni su tutte le risorse territoriali eventualmente presenti e dedicate, quali i servizi sanitari deputati al trattamento del disturbo da gioco d’azzardo, i servizi in grado di gestire le problematiche socio-economiche e/o legali legate all’indebitamento, nonché i Numeri Verdi Regionali dedicati alla tematica. Il servizio si rivolgerà anche agli operatori socio-sanitari con l’intento di agevolare lo sviluppo di un network tra i servizi che si occupano del trattamento del disturbo da gioco d’azzardo e di favorire la loro visibilità grazie anche all’utilizzo della piattaforma sviluppata da ISS e a loro dedicata che consente il censimento e l’aggiornamento continuo delle informazioni relative alle attività svolte e alle prestazioni erogate.

Infine, il TVNGA sarà a disposizione anche degli operatori di gioco che troveranno un sostegno adeguato per affrontare situazioni di particolare problematicità socio-sanitaria.

Il Telefono Verde Nazionale rientra nel progetto biennale IL GIOCO D’AZZARDO IN ITALIA: RICERCA, FORMAZIONE E INFORMAZIONE. Per la prima volta le Amministrazioni dello Stato si occupano di queste problematiche in una logica unitaria, condividendo strategie nella prospettiva della prevenzione e della tutela della salute dei cittadini. Si tratta infatti di un progetto congiunto di ADM e ISS che mira ad ampliare le conoscenze sul gioco d’azzardo in Italia, in particolare sul versante della dimensione dei rischi per la salute dei cittadini, nonché delle modalità - formazione e informazione - per contenerli e controllarli.

Il piano di ricerca prevede la realizzazione di due studi: l’uno dedicato alla popolazione adulta (anni 18 e più) e l’altro alla popolazione minorenne compresa tra i 14 e i 17 anni. L’indagine nei maggiorenni sta interessando un campione di 12.000 cittadini rappresentativo della popolazione residente su tutto il territorio nazionale in 218 comuni italiani ed è stata avviata a luglio 2017. L’indagine sui minorenni coinvolgerà, invece, 200 scuole superiori di secondo grado a livello nazionale, con la somministrazione di un questionario on-line a un campione di 15.000 studenti, previo consenso informato dei genitori e partirà con il nuovo anno scolastico tra settembre e ottobre. La pubblicazione dei risultati di queste ricerche è prevista per il mese di Marzo 2018. Un grande contributo all’indagine è stato dato dal 90% dei Comuni che oltre ad aver rilasciato, per uso di pubblica utilità, nel rispetto della normativa sulla privacy, i dati demografici, hanno concesso il Patrocinio e l’uso dello Stemma Comunale mettendo a disposizione, nella maggior parte dei casi, anche una sala comunale nella quale somministrare il questionario ai cittadini che lo richiedono.
Categorie: Istituzioni

FDA warns about illegal use of injectable silicone for body contouring and associated health risks

Food and Drug Administration - Ma, 14/11/2017 - 15:59
FDA issues safety communication about illegal use of injectable silicone for body contouring and associated health risks
Categorie: Istituzioni

Statement from FDA Commissioner Scott Gottlieb, M.D. on FDA advisory about deadly risks associated with kratom

Food and Drug Administration - Ma, 14/11/2017 - 14:58
A botanical substance known as kratom has raised significant concerns given its increasing prevalence and potential safety risks. The FDA has issued a public health advisory related to mounting concerns regarding risks associated with the use of kratom.
Categorie: Istituzioni

Comunicati stampa - CS N°42/2017 Dichiarazione del Presidente Walter Ricciardi

Istituto Superiore di Sanità - Ma, 14/11/2017 - 06:04
ISS, 27 settembre 2017

Sono estremamente grato al nostro Direttore Generale Angelo Del Favero che ieri, nel dichiarare le sue dimissioni dalla Presidenza di Federsanità Anci, ha contemporaneamente espresso la volontà di voler dedicare ulteriori energie all’Istituto Superiore di Sanità proprio ora che Parlamento e Governo affidano a questo Ente compiti sempre più complessi e delicati.

Colgo inoltre l’occasione per sottolineare che in questi anni, il difficile processo di riforma che abbiamo portato insieme a termine, si è giovato del suo impegno costante che ha contributo a rendere il volto attuale dell’Istituto più innovativo, più moderno e più competitivo.
Categorie: Istituzioni

FDA approves pill with sensor that digitally tracks if patients have ingested their medication

Food and Drug Administration - Ma, 14/11/2017 - 01:00
The U.S. Food and Drug Administration today approved the first drug in the U.S. with a digital ingestion tracking system. Abilify MyCite (aripiprazole tablets with sensor) has an ingestible sensor embedded in the pill that records that the medication was taken. The product is approved for the treatment of schizophrenia, acute treatment of manic and mixed episodes associated with bipolar I disorder and for use as an add-on treatment for depression in adults.
Categorie: Istituzioni
Condividi contenuti